S.O.S. Siamo Orobici Svalvolati

Motociclisti e motocicliste con tanta voglia di incontrarsi, conoscersi e divertirsi in assoluta libertà, uniti da un'unica passione LA MOTO! Se anche tu sei uno SVALVOLATO come noi unisciti al gruppo e vieni a trovarci
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista utentiLista utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  Accedi  
Cerca
 
 

Risultati per:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Ultimi argomenti
» 08 Maggio - Balcone d'Italia e Orrido di Bellano
Un manuale di sopravvivenza per la guida in moto, seconda parte EmptyLun Mag 02, 2016 5:04 pm Da virgi

» Le Dolomiti
Un manuale di sopravvivenza per la guida in moto, seconda parte EmptyMer Apr 27, 2016 5:31 pm Da virgi

» MAGLIETTE 2016
Un manuale di sopravvivenza per la guida in moto, seconda parte EmptyMer Apr 27, 2016 12:26 pm Da smonter

» Ritrovo Settimanale - Venerdì 29 Aprile
Un manuale di sopravvivenza per la guida in moto, seconda parte EmptyMer Apr 27, 2016 12:17 pm Da smonter

» Ritrovo Settimanale - Venerdì 15 Aprile
Un manuale di sopravvivenza per la guida in moto, seconda parte EmptyGio Apr 14, 2016 6:11 pm Da virgi

» 09 Aprile Auguri a:
Un manuale di sopravvivenza per la guida in moto, seconda parte EmptyGio Apr 09, 2015 12:58 pm Da Sos Orobici Svalvolati

» La manutenzione della moto
Un manuale di sopravvivenza per la guida in moto, seconda parte EmptyGio Apr 02, 2015 8:10 am Da Sos Orobici Svalvolati

» Yamaha Open Weekend: il 28 e 29 marzo
Un manuale di sopravvivenza per la guida in moto, seconda parte EmptyLun Mar 23, 2015 9:33 am Da Sos Orobici Svalvolati

» Auguri a tutti i papa
Un manuale di sopravvivenza per la guida in moto, seconda parte EmptyGio Mar 19, 2015 9:47 am Da Sos Orobici Svalvolati

Aprile 2019
LunMarMerGioVenSabDom
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930     
CalendarioCalendario
Partner
creare un forum


Condividi
 

 Un manuale di sopravvivenza per la guida in moto, seconda parte

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Sos Orobici Svalvolati
Admin
Admin
Sos Orobici Svalvolati

Messaggi : 390
Data d'iscrizione : 26.01.13
Età : 11

Un manuale di sopravvivenza per la guida in moto, seconda parte Empty
MessaggioTitolo: Un manuale di sopravvivenza per la guida in moto, seconda parte   Un manuale di sopravvivenza per la guida in moto, seconda parte EmptySab Set 07, 2013 11:08 am

FONTE: http://www.cim-fema.it/web/


Nella prima parte della nostra guida di sopravvivenza per tangenziali metropolitane, abbiamo visto i primi 5 punti fondamentali per portare a casa la pelle nostra oltre che quella della sella, vediamo quindi i cinque punti successivi per questi dieci comandamenti da tenere bene a mente!

6. Trovare una “locomotiva”, cioè un motociclista che guidi bene, ma non troppo veloce e che apra così la pista (le automobili spesso lasciano un piccolo spazio). La locomotiva migliore ha uno scarico non omologato (sic!) e quindi lo si sente bene! Basta seguirlo a 20 metri (non meno, nel caso in cui si arresti bruscamente, né troppo lontano, nel qual caso è inutile).

7. Diffidare degli spazi maggiori ai 10 metri tra due auto: c'è sempre qualcuno pronto ad inserirsi velocemente e all'ultimo momento, diffidare allo stesso modo dei camion, che ci impediscono la visuale davanti, non scegliete un camion come apripista oltre al fatto che non vedete nulla vi riduce l'aria di raffreddamento del motore.

8. Guardarsi la schiena: vetture che si appiccicano troppo ed anche alcuni motociclisti che ritengono che non siamo abbastanza veloci, ci rincorrono con i lampeggianti; Farli passare il prima possibile, senza rischi ed in modo sicuro appena si apre uno spazio sufficiente tra due auto (e quindi non uno spaziettino che tenderà sempre a restringersi); questa regola viene dopo la regola n° 1 che è la più importante!

9. Evitare auto con targa straniera o chi vi sembra non del luogo: sono i più pericolosi perché non hanno l'abitudine di essere in un tale flusso di traffico. Sono costantemente deconcentrati in quanto cercano indicazioni e quindi possono avere i riflessi rallentati. La loro targa straniera sarà quindi sinonimo di pericolo. C’è anche un consiglio che impone di raddoppiare l’attenzione nei periodi di vacanza, perché gli automobilisti scappano da Milano o da Roma o da Parigi con le stesse tensioni e stress e e sono stanchi, quindi più probabilmente faranno errori di guida, fatali per noi motociclisti.

10. Avere paura ed essere anche un po’ paranoici: è un ottimo stimolante che ci farà anticipare le nostre manovre, per non correre rischi inutili e che forza a rimanere ben saggiamente in una corsia, come un'automobile, ed incoraggia non a sgattaiolare tra le auto e confondere le tangenziali ai videogiochi!

A questi suggerimenti specifici per le tangenziali bisognerà aggiungere consigli standard di guida che bisognerà ricordare in determinate situazioni più del solito:
• regolare la guida a seconda del tempo (soprattutto quando piove),

• tenere la moto in perfette condizioni: freni, luci, indicatori di direzione, specchietti, claxon...

• tenere una buona posizione di guida, guardare lontano, pronti a rallentare o a sorpassare

• non rischiare (ad esempio tra le file) quando si è stanchi, malati, non in forma: i riflessi rallentano

• ringraziare quando le vetture si spostano ed evitare assolutamente qualsiasi comportamento anti-sociale come calciare le portiere.

Conclusione:


Infine, e potrebbe essere l'undicesimo comandamento: leggere la favola di La Fontaine: la tartaruga e la lepre...
Questo può far riflettere sull’opportunità di guadagnare 5 minuti per raggiungere la destinazione o vincere una sola andata per l'aldilà.

In uno stile molto meno divertente e più crudo, si raccomanda vivamente di ascoltare e leggere storie e racconti di motociclisti che si sono spiattellati, e non solo sulla tangenziale, per riflettere sull'opportunità di correre rischi inutili su una moto. È la perpetua storia della pentola di ferro contro quella di coccio.

Un motociclista sopravvive molto raramente se cade sulla tangenziale, perché c'è sempre un'automobile o un camion in arrivo su di lui a terra in quanto non c'è abbastanza spazio per fermarsi.
Infine, leggete le statistiche degli incidenti in generale, ad esempio, ogni anno sulla circonvallazione di Parigi, ci sono 800 motociclisti (esclusi scooter) feriti e troppi morti. Non essere uno di loro.

Coordinamento Italiano Motociclisti
Ufficio Comunicazione
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
 
Un manuale di sopravvivenza per la guida in moto, seconda parte
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Guida anti Troll
» idea corsi e posizionamento di guida avanzati
» Rivista " Guida all'Acquisto"
» secondo voi la guida all'acquisto di t.i serve a qualcosa?
» Guida dei Monti d'Italia

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
S.O.S. Siamo Orobici Svalvolati :: QUATTRO CHIACCHERE :: BUONO A SAPERSI-
Vai verso: